31 dic 2013

Buon principio

                                       


Pensavate di scampare ai miei auguri di Buon anno?? Mi dispiace ma ci saranno. Avevate avuto la fortuna che il pc non mi funzionasse per un po' ma, miracolosamente, questa mattina ha cominciato a ridare segni di vita.

Allora, cominciamo in ordine alfabetico

Auguri ad  AlterEgo ,uomo misterioso, scompare e ricompare quando meno te lo aspetti con delle bellissime immagini dei suoi viaggi.

Auguri ad  Anonimo che una volta mi faceva visita. Dopo qualche commento lo mettevo in spam. L'ultima volta non è proprio passato da me, nemmeno per gli auguri di Natale.

Auguri a Barbara, donna forte, coraggiosa, sarcastica ed anche piccantina quando è il momento.Spietata con i malvagi, ricca di attenzioni ed affetto con chi ama e apprezza. Non di rado ti commenta in piena notte.

Auguri a Chiara, conosciutà all'università e poi ritrovata a ballare danze popolari israeliane. Molto impegnata con la sua Meryem ma anche con i rifugiati.

Auguri a Erasmo, amante della buona musica e del buon cibo anche se mi critica sempre le dosi nelle ricette che scrivo. Lui è capace di stanare i topi in ognidove

Auguri a Frine, anche detta "la Supervisora". C'è sempre, anche quando non la vedi. Ha solo un piccolissimo problema con la cacio e pepe che risolveremo a breve.

Auguri a Giovanni, l'essenziale. Si temeva di averlo perso dopo questo post. Ama cambiare spesso template. Sa usare le parole come un novello Cirano, un po' nell'ombra ma al momento giusto la sua tastiera può diventare una spada.

Auguri a Le ragazze, un concentrato di sociorelle fantasiose e peperine. Ogni tanto ospitano nel loro blog qualche maschio ma il fulcro del blog son loro 3. Adoro i loro "scienziati paciocconi".

Auguri a Magnetico, ironico e simpatico. Un'amante della buona lettura essendo il mio unico follower pubblico.

Auguri a Marcoz, con il quale interagisco poco ma che in caso di infestazione da topi arriva subito in qualità di  fiancheggiatore.

Auguri a Titty, abile scrittrice, mai ripetitiva. Alcuni suoi scritti potrebbero essere messi in musica. Blogger da una vita ma sempre fuori dai riflettori per amore della sua privacy.

Auguri a Topgonzo, a tutta la redazione al completo. Sempre a caccia di topi e fessi. Applicano il metodo Montessori nella variante con frustino.


It Had to Be You (big band and vocals) by Harry Connick, Jr. on Grooveshark

26 dic 2013

Patacche vintage

Era un po' che non guardavo la televisione.
L'altro pomeriggio ho provato a riaccenderla, le ho dato una possibilità.
Mi sono imbattuta in Pomeriggio 5, un programma a metà tra Domenica in e Amici di Maria De Filippi [magari qualcuno di voi nemmeno sa di cosa sto parlando].

Ecco vi spiego cosa ho visto.
C'era questa  Barbara D'Urso seduta sulla sua poltroncina che intervistava Cicciolina [si proprio lei]
L'ex pornostar è praticamente riconoscibile solo dalla coroncina che porta intorno alla testa tipo figlia dei fiori. Per il resto somiglia più ad una bambola gonfiabile che si può comprare nei peggiori migliori sexy shop.

Tette smisurate, labbra a canotto e pelle tiratissima.

I suoi splendidi 61 anni poteva di certo giocarseli meglio. Tutto quello che poteva dare nella sua lunga carriera, l'ha dato.

 Aveva facoltà, con i soldi duramente  guadagnati ritirarsi a vita privata in una bella villa con piscina e magari anche un maneggio, così, tanto per tenersi in allenamento.

 Cicciolina invece è diventata questo



Di cosa era stata chiamata a parlare?? Della presunta morte di Moana Pozzi [non stavamo aspettando altro vero??]
Lei sostiene sia veramente defunta mentre c'è chi crede il contrario [ ma a noi????]
Ha fatto anche qualche accenno alla sensualità di Moana che pare l'abbia anche sessualmente sollazzata [ Barbara D'Urso l'ha prontamente interrotta proprio nell'unico punto dell'intervista che cominciava a diventare relativamente interessante].
Poi ho spento.....magari nel frattempo la povera Moana si starà rivoltando nella tomba.....



Ah, con l'occasione vi auguro buon Natale e buone feste.


21 dic 2013

Amore a prima vista



Sono entrambi convinti
che un sentimento improvviso li unì.
È bella una tale certezza
ma l’incertezza è più bella.
Non conoscendosi, credono
che non sia mai successo nulla fra loro.
Ma che ne pensano le strade, le scale, i corridoi
dove da tempo potevano incrociarsi?
Vorrei chiedere loro
se non ricordano –
una volta un faccia a faccia
in qualche porta girevole?
uno ‘scusi’ nella ressa?
un ‘ha sbagliato numero’ nella cornetta?
- ma conosco la risposta.
No, non ricordano.
Li stupirebbe molto sapere
che già da parecchio tempo
il caso giocava con loro.
Non ancora pronto del tutto
a mutarsi per loro in destino,
li avvicinava, li allontanava,
gli tagliava la strada
e soffocando una risata
con un salto si scansava.
Vi furono segni, segnali,
che importa se indecifrabili.
Forse tre anni fa
o lo scorso martedì
una fogliolina volò via
da una spalla a un’altra?
Qualcosa fu perduto e qualcosa raccolto.
Chissà, forse già la palla
tra i cespugli dell’infanzia?
Vi furono maniglie e campanelli
su cui anzitempo
un tocco si posava su un tocco.
Valigie accostate nel deposito bagagli.
Una notte, forse, lo stesso sogno,
subito confuso al risveglio.
Ogni inizio infatti
è solo un seguito
e il libro degli eventi
è sempre aperto a metà.

Wislawa Szymborska


Statte zitta! by Mannarino on Grooveshark

16 dic 2013

i miei gioielli





Avvistati in quel di Praga qualche anno fa.
Della serie: son forse io meno di Cornelia?




06 dic 2013

Shosholoza

Addio invincibile Mandela leader indiscusso del movimento anti-apartheid, l'unico vero apartheid, quello Sudafricano.