19 gen 2014

Lesson number eight: La pastella


La pastella è una ricetta base che serve per poter friggere verdure o pesce.
Ho voluto qui indicarvi due modi per prepararla. Uno più "light" senza uovo ma non illudetevi, la frittura annullerà ogni vostra velleità dietetica.
Ho anche cercato di indicarvi delle quantità ma, come ben sapete, io tendo sempre ad esagerare in eccesso.

Ricetta della pastella "light"

500 gr farina
500 ml acqua frizzante
3 cucchiai di olio extravergine  di oliva
sale qb

Mettete in una ciotola d'acciaio tonda [ la mia è di Ikea ma voi potrete acquistarla dove volete, non è fondamentale la provenienza ai fini della nostra ricetta ] tutti gli ingredienti.
immagine non mia

Mescolate bene con una frusta da cucina [ anche se non è come quella della foto fa lo stesso ]


immagine non mia


La pastella sarà pronta quando la consistenza sarà abbastanza densa, un pò più dello yougurt ed avrà quest'aspetto

immagine non mia


Ricetta della pastella con l'uovo

2 uova
Una tazza di farina
Un bicchiere di acqua minerale
Olio extra vergine di oliva q.b.
sale qb

Separate precedentemente i rossi delle uova dagli albumi. Questi ultimi montateli a neve.
Mettete in una ciotola la farina e i rossi con un pò di sale e girate con la solita frusta.
Aggiungete un pò di olio continuando a girare. Verso la fine inserite gli albumi e mescolate fino a che non avrà un aspetto simile a questo

immagine non mia anche se potrebbe visto quanto è pasticciata 



A questo punto non avete che da tagliare le vostre verdurine miste o preparare il vostro pesce e potete iniziare a friggere in abbondante olio di arachidi.

Io nel frattempo mi rilasso e mi leggo un bel libro. Non ho proprio nessuna voglia di mettermi a friggere.






02 gen 2014

Questo è.....


Scattata nel 1946

In questa foto ci sono 2 vedove, 6 orfani, 2 reduci dai campi di sterminio nazisti.

Mio padre in quest'immagine non c'è perché già partito per Israele. Si proprio Israele veniva già chiamata dai figli della shoà la terra che non li avrebbe mai fatti sentire degli estranei.

62 è il numero tra figli e nipoti dei protagonisti di questa foto.

Semplicemente una parte di me.